Da anziani si diventa saggi

L’epoca in cui viviamo, rispetto al passato, permette di godere di un a vita più longeva e questo significa, sia un aumento delle persone anziane ma allo stesso tempo anche un aumento delle malattie mentali legate alla terza età. Vivere molti anni non è a volte associato al “vivere bene” e per questo vorrei promuovere delle piccole regole che permettano di minimizzare i danni del decadimento mentale dovuto all’invecchiamento, aggiungendo che l’esercizio mentale quotidiano possa davvero essere un toccasana per contrastare l’età e migliorare le condizioni di vita sia dell’anziano che dei propri familiari.

Per prima cosa è utile sfatare il cliché che il cervello umano invecchiando perde circa un milione di neuroni ogni anno, recenti studi dimostrano come le capacità intellettive non declinino con gli anni, anzi grazie alla plasticità neuronale, il cervello compensa questa perdita producendo nuove connessioni tra i neuroni, quindi il cervello si sviluppa tutta la vita, purché sia tenuto sempre attivo e stimolato!!!!

“Uno studio realizzato dall’Istituto di geriatria dell’Università di Montreal (Canada) ha mostrato che da anziani si diventa saggi, e che il cervello umano funziona in maniera più efficiente dopo i 55 anni.”

Per non correre il rischio di “perdere colpi” è quindi necessario costringere il cervello a lavorare, fortificando e creando nuovi collegamenti neuronali, e quindi diminuire la possibilità di perdere in maniera  consistente la  memoria a breve termine che è quella che maggiormente risente della vecchiai (gli anziani spesso ricordano in maniera molto vivida ricordi arcaici, ma difficilmente riescono a ricordare eventi attuali)..

Come migliorare le reti neuronali e migliorare la memoria?

Vi suggerisco alcune regole da seguire:

  1. Imparare ad utilizzare il pc, aiuta a costruire nuovi collegamenti neuronali mano-vista e permette attraverso il web di impara nuove nozioni, ascoltare canzoni che fanno parte del proprio passato, giocare a giochi passatempo che sviluppando capacità di ragionamento, fare nuove amicizie.
  2. Allenare il corpo è fondamentale per mantenere attivo il cervello, prefiggersi un obiettivo (ex.fare una lunga camminata) è una spinta al “fare” piuttosto che impigrirsi, anche se inizialmente sarà difficile, non mollate, ogni cosa ha bisogno di tempo ed allenamento, nello stesso modo ogni giorno allenate anche la vostra mente, può bastare fare la parole crociate (per chi ha una discreta cultura) altrimenti può bastare fare un riepilogo della giornata scrivendo tutto quello che si è fatto, senza tralasciare le emozioni.
  3. Cambiare le abitudine è fondamentale per creare nuove connessioni, percorri una strada diversa, utilizza il braccio sinistro per spalmarmi la crema oppure cambiare i canai in tv, cucina nuovi cibi, impara una poesia e raccontala ai tuoi cari, allena la tua mente imparando cose nuove.
  4. Mangia alimenti che stimolano la memoria, come per esempio il  pesce ricco di l’omega 3, introduci nella tua alimentazione integratori alimentari contenenti Vitamina E, e mangia la cioccolata fondente (in piccole dosi), infatti la presenza nell’alimento di flavonoidi ha effetto benefico sulla memoria.

 

Risultato immagine per anziani e memoria

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...