Francesco Totti come si diventa un mito.

Oggi domenica 28 Maggio 2017 si è chiusa la fiorita stagione di Totti alla Roma, dopo ben 25 anni di onorata carriera. Tifosi della giallo-rossa o meno oggi tutti sono rimasti incollati nel salutare il capitano.

Ma come è arrivato a diventare un mito per tutti i tifosi?

Ovviamente non voglio parlare del suo talento calcistico indiscutibile, ma del suo talento di persona.

Per farlo ho ascoltato il parere di alcuni tifosi romanisti e sicuramente la prima caratteristica che l’ha reso un esempio è la sua semplicità, il tipico ragazzo della porta accanto, che è riuscito con determinazione a diventare “qualcuno” uscendo dal qualunquismo cosmico senza perdere mai di vista le origini, diventando un esempio da seguire per i giovani che vogliono raggiungere un obiettivo.

La seconda caratteristica è la sua autoironia e sapere accettare i suoi lati goleardici che fino ad oggi hanno fatto sorridere, ne sono un esempio le barzellette su di lui, la sua voglia di sorridere, fondamentale nel riuscire a motivare e portare avanti la squadra e il saper vivere nel gioco e nello scherzo durante la giornata, lui ha insegnato anche questo a tutti i suoi tifosi, e compagni di squadra, sapere accettare e valorizzare le proprie caratteristiche, come il suo dialetto romano, mai mutato nel tempo.

Altra caratteristica che lo ha fatto diventare una leggenda nella Roma è la fede che ha sempre sostenuto nella sua squadra e profondi valori come il rispetto per gli altri, e l’umiltà.

Rimane di fatto la sua fedeltà per la Magica, mi domando, quanti giocatori sono tifosi della propria squadra? quanti hanno lasciato la nave prima che affondasse? Sicuramente questa è la prerogativa di un campione e di un leader che ha saputo supportare e guidare tutta la squadra e i tifosi, senza mai delure, un pezzo di storia che ha cambiato il senso del calcio, anche quando un senso non ce lo aveva più, quando si rincorrevano squadre più vantaggiose per ricchezza e visibilità, lui è rimasto, ma la sua vera grandezza è stato il suo grande amore per la Roma, che lo ha fatto diventare simbolo indiscusso di romanitá e punto di riferimento, Totti è diventato un mito perchè si sente dentro al cuore, e le emozioni traspirano vive e chi davvero crede in qualcosa si lascia guidare da chi a sua volta ne è fautore.

Mi piace lasciarvi con due  frasi del pupone:

“La parola leader non mi è mai piaciuta, io mi metto a disposizione della squadra. È normale che mi senta un giocatore importante, quello sì, ma alla fine rispetto tutti alla stessa maniera. Non è che io debba avere più considerazione degli altri perché sono Totti, romano, romanista e capitano”.

“Sono cresciuto nella Roma e morirò nella Roma, perché sono sempre stato tifoso della Roma”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...